+39 333 79 45 026 (09.00 – 13:00/14:00 – 18:00)

Come si scrive un libro in 6 mosse

Come si scrive un libro in 6 mosse

Vuoi scrivere un libro ma hai poche idee confuse? Leggi questo articolo e saprai come si scrive un libro anche quando non hai niente da scrivere

Scrivere un libro non è un impegno facile da portare a termine. Oltre a dover trovare il tempo necessario da dedicare alla scrittura, devi anche saper organizzare le tue idee per esprimerle con ordine e senso compiuto all’interno del libro che scriverai.

Può accadere però che tu voglia scrivere il tuo libro, ma ti sembri di non avere sufficienti idee per portarlo a termine. Può anche darsi che invece tu abbia così tante idee che non sai quali scegliere e quali accantonare. Magari sei agitato perché vorresti scrivere tutto quello che sai o che hai in mente, ma ti rendi conto che non puoi scrivere un poema degno di Omero, altrimenti rischieresti di morire di vecchiaia prima di completare tutto il lavoro!

In realtà, il tuo vero problema è che non sei sufficientemente organizzato. Allora, quello che devi fare è, appunto, organizzarti. Segui delle fasi ordinate, una dopo l’altra e vedrai che ti condurranno per mano al completamento della tua opera in maniera molto più facile e veloce di quello che credi.

Come si scrive un libro? Segui queste 6 fasi!

Le fasi o passi da compiere che ti voglio consigliare di seguire se davvero vuoi capire come si scrive un libro, sono 6. Eccole:

  1. Scegli l’argomento;
  2. Fai una ricerca;
  3. Scrivi il titolo;
  4. Stabilisci una scaletta e sviluppa ogni punto;
  5. Fai una prima stesura;
  6. Revisiona il tuo lavoro.

1. Scegli l’argomento

Qualsiasi sia il tipo di libro che hai in mente di scrivere (romanzo, autobiografia, saggio, infoprodotto, ecc…), non puoi iniziare a comporre la tua opera senza aver prima scelto di che cosa vuoi parlare. Scegli dunque un tema da trattare, che può essere qualcosa che conosci già bene oppure qualcosa che è richiesto dal mercato.

Se non sai quale argomento scegliere, allora dovrai cercare ispirazione. Questo non significa che dovrai stare lì spalmato sul divano a contare le mosche che si posano sulla macchia d’unto che hai sulla canottiera, in attesa della tanto famigerata ispirazione. Perché? Perché potrebbe non arrivarti mai e allora poi che fai? Rinunci a tutto?

E quindi farai meglio a darti una mossa e cercare l’ispirazione in modo attivo. Anche perché spesso questa storia dell’ispirazione è solo una scusa per procrastinare l’inizio del lavoro. Che fatica eh?

Quindi prendi e porta con te sempre un taccuino e una penna. Ti serviranno per annotare ogni buona idea che ti viene. Perché una buona idea può venirti in qualsiasi momento: mentre guardi la TV, mentre parli a tavola con la tua famiglia, quando sei al bar a prendere un caffè, mentre leggi un libro o appena ti svegli dopo aver fatto un sogno (in questo caso devi essere veloce a prendere nota del sogno, altrimenti te lo scordi!).

Scegliendo l’argomento del libro, sceglierai insieme anche il genere dello stesso. Potrai scegliere uno dei generi classici come il giallo, il fantasy, il genere rosa, ecc… oppure potrai anche decidere di prendere due o tre generi che ti piacciono e scrivere qualcosa che li riguardi tutti insieme.

2. Fai una ricerca

Una volta che hai scelto un tema, come fai a farlo diventare un libro? Dovrai necessariamente approfondire il tema principale per poi riuscire a sviscerarlo adeguatamente all’interno del tuo libro. E questo vale anche se si tratta di un romanzo, poiché dovrai fare una ricerca sul periodo storico, sulle ambientazioni, sui luoghi e sulle persone che vorrai inserire nel libro.

Per fare una ricerca fatta bene ed approfondita, ti sarà utile leggere altri libri che trattino dello stesso argomento che hai scelto e anche argomenti affini. Ma puoi anche guardare film su quel tema, leggere articoli di giornale, riviste o fare ricerche online tramite Google. Quest’ultima opzione è sempre quella che preferisco, perché navigando sul web hai tutto il mondo a portata di click. E poi il web stesso ti consiglia se, eventualmente, puoi approfondire il tema leggendo qualche libro o guardando qualche video.

Potrebbe anche esserti molto utile scendere in strada e cominciare a parlare con le persone o fare interviste sull’argomento che hai scelto.

3. Scrivi il titolo

Secondo alcuni, il titolo va scritto dopo che hai scritto tutto il resto del libro. Secondo altri va scritto prima. Secondo me, ogni volta che vuoi scrivere qualcosa, dopo aver scelto di che cosa parlerai, devi scrivere il titolo.

Il titolo dovrà dire in poche parole ciò di cui parlerai in tutto il libro. Sarà la prima cosa che i tuoi lettori leggeranno e su cui si baseranno per decidere se comprare e leggere il tuo libro oppure no. Quindi, sceglilo con cura e non avere mai troppa fretta di completare questa fase. Il titolo è troppo importante, quindi è normale se ti ci vorranno ore e ore o addirittura giorni per decidere quello definitivo.

Faresti anche bene a leggere qualche testo di copywriting per imparare a scrivere titoli accattivanti e persuasivi.

4. Stabilisci una scaletta e sviluppa ogni punto

Ora che hai l’argomento di cui vuoi parlare e hai raccolto sufficienti dati da sviluppare, non ti resta che mettere per iscritto quali sono i singoli micro argomenti che tratterai nel tuo libro.

Stabilisci una sorta di indice, un piano del libro. Prendi un foglio di carta e inizia ad elencarli uno per uno.

Dopodiché, dovrai iniziare a svilupparli uno per uno in maniera più approfondita, attingendo dagli appunti che hai preso durante la fase di ricerca e, chiaramente, dalle tue conoscenze personali, qualora stessi scrivendo su un tema che già conosci.

5. Fai una prima stesura

Sviluppando ogni punto dell’indice o della scaletta che hai preparato, arriverai senza neanche accorgertene alla stesura completa di tutto il libro. Complimenti davvero!

Questa è però solo la prima stesura del libro, non quella definitiva. In questa prima stesura preoccupati solo di far fluire le idee e mettile sulla carta. Lascia perdere ogni formalità e ogni regola grammaticale, per quanto puoi.

Scrivi il tuo libro, sviluppa ogni argomento come ti viene, devi fare un lavoro “di getto”, per stare il più possibile in quello stato cosiddetto “di flusso” e non interromperlo mai. Hai presente il flusso di coscienza di Joyce? Ecco, ispirati a quello. E se non sai di cosa parlo, ti consiglio di documentarti.

6. Revisiona il tuo lavoro

Dopo aver completato la prima stesura del tuo libro, lascialo lì a raffreddare. Proprio così: lascia passare qualche settimana o anche qualche mese.

Passato un mese, riprendi il tuo bel manoscritto e inizia ad apportare tutti i necessari miglioramenti e tagli. Quindi controlla la punteggiatura, i verbi e togli tutto quello che c’è di superfluo. Potresti anche voler aggiungere qualcosa.

Questo lavoro potrebbe portare via molto tempo, ma è necessario, se vuoi che il tuo libro sia davvero scritto in maniera impeccabile. Fallo anche leggere ad altre persone, per sapere cosa ne pensano e farti dare dei consigli.

Potresti avere bisogno di fare molte revisioni, anzi facilmente sarà questo il tuo caso. Ci sono scrittori che hanno fatto anche 20 revisioni, prima di scrivere la versione definitiva del loro libro, quindi armati di pazienza e cura la tua opera come se fosse un tuo figlio. Vedrai che ne verrai abbondantemente ripagato!

E tu quali fasi attraversi quando vuoi scrivere un libro? Parlemene nei commenti qua sotto.

Buona scrittura,

Andrea

P.S.: Se vuoi diventare uno scrittore e scrivere ebook di successo, devi proprio scaricare immediatamente questo corso gratuito! Ne riceverai numerosissime indicazioni utili e suggerimenti incredibili per iniziare a guadagnarti una rendita nel mondo della scrittura. Ciao!

  1. RodRod11-24-2015

    Ottima guida, complimenti.

    Io personalmente aggiungerei un punto per me fondamentale: conosci il tuo pubblico di lettori potenziali. E questo vale non soltanto per i libri/ebook no fiction, ma anche quelli fiction.

  2. andreaandrea11-24-2015

    Grazie per il contributo Rod, il tuo è un ottimo consiglio e lo condivido. Devi sempre conoscere il pubblico a cui vuoi rivolgerti 🙂

  3. EricaErica10-28-2016

    Ciao Andrea!! Sono giovane e innamorata della scrittura, da qualche anno ho una trilogia fantasy che mi rimbalza in testa ma non sono andata oltre a qualche capitolo. Un po’ perché adesso ho meno tempo ma soprattutto perché ho provato a fare ricerche sul Medioevo e Rinascimento, usi costumi ecc ma non ho trovato quasi nulla!! Ho cercato anche nei libri illustrati per bambini!!
    Sai darmi qualche dritta su dove cercare?
    Grazie
    Erica.

  4. andreaandrea10-28-2016

    Ciao Erica,

    Beh, io non ho mai fatto ricerche su questo argomento. In linea generale, però, posso dirti di provare su Google, se non l’hai già fatto. Puoi anche andare in biblioteca o in qualche libreria specializzata nella tua zona. Prova magari anche su Amazon, che è la libreria più grande del mondo.

    Su Google, se cerchi, per esempio, “medioevo usi e costumi”, senza virgolette, qualche risultato esce fuori. Prova poi a fare la stessa cosa con “rinascimento”, anziché “medioevo”.

    Spero di esserti stato utile almeno in parte. E in bocca al lupo per il tuo progetto. Spero di vedere pubblicata la tua trilogia fantasy al più presto! 😉

    Andrea

Diventa uno scrittore di successo in 5 lezioni GRATIS via mail!! Fai tuo il best seller piú scaricato del 2015, semplice, veloce e tremendamente efficace

Chiudi questa finestra
  • Come creare un ebook, quale strumenti usare e la forma giusta da utilizzare per renderlo scorrevole e piacevole alla lettura.
  • Cos’è una Nicchia di Mercato, perchè scrivere partendo dalle tue passioni e conoscenze.
  • Scopri la scrittura persuasiva, il potere delle domande e il potere della scrittura ipnotica
  • Come pubblicizzare e vendere la tua opera, ricavandone guadagni oltre la tua immaginazione.
  • Conoscerai infine un esemplare caso storia, di una persona “normale” che ha deciso di salire a bordo della nostra navicella e che si è visto “travolto” da quello che chiamo “lo tsunami del successo”.